• Home
  •  > Notizie
  •  > Scooter contro auto in Strada nuova per Opicina: morto trentenne

Scooter contro auto in Strada nuova per Opicina: morto trentenne

L’impatto contro un’utilitaria non ha dato scampo al giovane in sella al mezzo a due ruote, che è deceduto sul colpo

TRIESTE. Il corpo disteso parallelo alla carreggiata, tra il verde che la costeggia. È finito così, coperto pudicamente con un lenzuolo, lo scooterista vittima di un incidente verificatosi domenica poco dopo le 20 in Strada nuova per Opicina, all’altezza delle “Beatitudini”. Poteva avere 30, 32 anni. Morto sul colpo.

Fatale lo scontro con una macchina, un’utilitaria Fiat, il cui conducente, rimasto ferito nel quasi “frontale”, è stato trasportato dai sanitari del Sistema 118 al Pronto soccorso dell’Ospedale di Cattinara. Qui, a tarda ora, le sue condizioni non destavano particolari preoccupazioni, anche se il parabrezza dell’auto era segnato gravemente dall’impatto.

Nel mentre, ormai al buio, i vigili della Polizia locale e i pompieri, intervenuti sul posto per supporto con due mezzi, stavano ancora assumendo tutti i possibili rilievi per tentare di capire la dinamica dei fatti. E per tentare di rintracciare i familiari della vittima: in tarda serata non si era ancora risaliti a qualcuno da potere avvisare. Un compito difficile, quello di ricostruire l’incidente, data l’assenza di testimoni: nessun automobilista o “centauro”, al momento della tragedia, stava percorrendo quel tratto di strada, in una curva neppure troppo secca, dove la visibilità non risulta compromessa.

Fatto sta che i due mezzi si presentavano contorti e incastrati l’uno all’altro, a bordo della corsia lato mare della strada. Ma anche questo particolare, secondo le prime ricostruzioni parziali desunte sul posto, non davano spiegazioni se uno dei mezzi coinvolti o entrambi stessero viaggiando verso Trieste o l’altipiano.

Poco dopo le 20, il momento per l’appunto dello scontro mortale, seppure la giornata era per nulla soleggiata, c’era ancora una certa luminosità naturale, altro fattore da considerare nel capire la dinamica della tragedia. Anche le condizioni di scooter e automobile saranno vagliate: il mezzo a due ruote non pareva di grossa cilindrata, la vettura si mostrava con qualche anno sulle spalle. È il secondo motociclista a morire a Trieste nell’arco di tre giorni.—

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Piccolo