• Home
  •  > Notizie
  •  > Moraro piange Battistin, già assessore e uomo di sport

Moraro piange Battistin, già assessore e uomo di sport

MORARO. Lutto e cordoglio a Moraro per la morte di Giovanni Battistin, spentosi domenica all’età di 67 anni dopo una lunga malattia attorniato dall’affetto dei suoi cari. Battistin, conosciuto da...

MORARO. Lutto e cordoglio a Moraro per la morte di Giovanni Battistin, spentosi domenica all’età di 67 anni dopo una lunga malattia attorniato dall’affetto dei suoi cari. Battistin, conosciuto da tutti con il nome popolare di “Gianni”, era nato il 21 luglio 1950 a Moraro. Persona molto apprezzata e benvoluta nella comunità, “Gianni” è stato una figura di primo piano nella vita politica locale ricoprendo per dieci anni, dal 1975 al 1985, il ruolo di assessore comunale in due mandati consecutivi nell’amministrazione municipale guidata dall’allora sindaco Tullio Tuni.

Nella sua vita professionale aveva lavorato per oltre quarant’ anni come impiegato nello stabilimento di cotone, filati e tessuti della Montex , storica fabbrica che si trova nella zona industriale e artigianale del paese. Stimato e apprezzato da tutti i colleghi, ha svolto il suo lavoro con grande serietà, puntigliosità e professionalità.

Giovanni era molto conosciuto anche nell’ambiente calcistico locale e provinciale. Per 35 anni è stato segretario del Football Club Moraro e vero punto di riferimento per la gloriosa società calcistica bianconera. Uno di quei dirigenti vecchio stampo che con impegno, passione e dedizione ha saputo trasmettere ai giocatori, ai dirigenti e ai tifosi l’amore per il calcio e i suoi valori sportivi ed educativi. Oltre che dello sport, era anche un grande appassionato di montagna e in particolare delle Alpi della regione. Apprezzato per il suo modo gentile e sempre sorridente partecipava a tutte le iniziative aggregative, ricreative e sociali che si svolgevano nella comunità morarese. Lascia la madre Ottilia, il fratello e i familiari.I funerali si svolgeranno questo pomeriggio alle 14 a Moraro, nella chiesa parrocchiale di San Andrea Apostolo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Piccolo