• Home
  •  > Notizie
  •  > Romans, l’addio a Dino Stocco anima della bocciofila e giocatore di serie A

Romans, l’addio a Dino Stocco anima della bocciofila e giocatore di serie A

Aveva 92 anni. Nel 1962 fu tra i fondatori della S.B. Romans. Ha insegnato i segreti delle bocce a generazioni di giocatori

ROMANS. Nel 60mo anniversario di fondazione, la Società Bocciofila Romans d’Isonzo, piange la scomparsa di uno dei suoi padri fondatori e uno dei suoi ex atleti di maggior qualità e di maggior prestigio, che sulle corsie di gioco ha regalato le più belle soddisfazione al sodalizio giallo-rosso attualmente presieduto da Bruno Zorzin. A 92 anni si è spento venerdì, nella sua casa di via Fermi a Romans, il popolare Dino Stocco, una figura significativa, emblematica e di grande rilievo nell’attività del gioco delle bocce a Romans, che egli ha praticato fino a poco tempo fa, per un periodo facendo pure coppia con la moglie. Nella struttura di via Raccogliano, dove lo si vedeva giornalmente e dove ha lungamente ricoperto il ruolo di dirigente, ha trasmesso a tanti giovani la sua grandissima passione. Con la squadra romanese ha partecipato per alcune stagioni al campionato di serie A2 sotto la presidenza di Ariano Postir e la sponsorizzazione della Elfit. Sempre in serie A ha giocato pure nella formazione della “Tre Tigli” di Medea. A Romans, invece, anche grazie a lui, affiancato da Cesare De Martino, Dino Pian, Gastone Cabas, Umberto Petruz, Pietro Boaro e Cesare Gerin, nel 1962 fu fondata la S.B. Romans, che allora praticava l’attività all’aperto, sulle corsie di gioco dei campi disegnati nel cortile della trattoria al Giardinetto.

Dino lascia la figlia Sabina con Gianmario e il figlio Claudio con Marinella, i fratelli e nipoti. Il funerali sarà celebrato domani alle 11 nella sala Galupin a Romans, col corteo che partirà dalla cappella del cimitero di Versa, dove Dino verrà esposto oggi dalle 15 alle 17 e domani dalle 9 alle 10.30. Rosario oggi alle 17. 30 nella chiesetta di Versa

Pubblicato su Il Piccolo