• Home
  •  > Notizie
  •  > Armando Zamparini sarà sepolto in Italia

Armando Zamparini sarà sepolto in Italia

Il 23enne è stato trovato morto a Londra «proprio il giorno prima che iniziasse a lavorare in una grande azienda»

TRIESTE. Lo riporteranno a casa papà Maurizio e mamma Laura «al concludersi di tutte le formalità amministrative. E in Italia Armando sarà sepolto». La famiglia Zamparini ha affidato ai suoi legali il ricordo del giovane di 23 anni morto «serenamente nel suo appartamento a Mayfair a Londra». Città dove il figlio dell’ex patron del Palermo e Venezia calcio è stato trovato senza vita giovedì 30 settembre «proprio il giorno prima che iniziasse a lavorare in una grande azienda» nella capitale inglese fanno sapere ancora gli avvocati. Le cause del decesso non sono state ancora chiarite. Tra le ipotesi più accreditate, quella di un malore improvviso che avrebbe causato l’arresto cardiocircolatorio. Si attende ora l’esito dell’autopsia.

«Adesso non me la sento di parlare, grazie». La mamma Laura Giordani risponde al telefono dall’Inghilterra. Poche parole dette con la voce rotta dal pianto. Non vuole aggiungere altro, non in questo momento di dolore. Attraverso i loro legali i genitori – che risiedono ad Aiello – hanno voluto ringraziare tutte le persone per la vicinanza e «per le condoglianze ricevute» chiedendo al tempo stesso «che la propria privacy venga rispettata mentre piangono la scomparsa del loro unico figlio».

Zamparini proprio giovedì aveva mandato un messaggio ad Armando in cui gli augurava buona fortuna per l’inizio della sua nuova esperienza lavorativa ma senza ricevere risposta. «Non avevamo avuto alcun segnale e Armando era un ragazzo pulitissimo – ha dichiarato l’imprenditore a Repubblica –. Giovedì Thomas, il ragazzo con cui condivideva l’appartamento, è uscito di casa presto, mentre mio figlio è rimasto in casa. Poi la governante alle due e mezza l’ha trovato inerme, immobile. Ha chiamato subito l’ambulanza, ma è stato tutto inutile. Armandino era già morto». «Ha sofferto di una forte bronchite asmatica in passato – ha poi proseguito Zamparini distrutto dal dolore –, che gli ha dato vari problemi, ma nient’altro che io sappia. Ne ho passate tante nella vita, ora anche questa, non è giusto».

Lo chiamavano tutti «Armandino» perché era l’ultimo figlio di Zamparini, l’unico del suo secondo matrimonio con Laura Giordani, dopo gli altri quattro – Silvana, Greta, Andrea e Diego – avuti con la prima moglie. Tra i primi a esprimere le condoglianze il mondo rosanero con la nuova proprietà del Palermo e l’ex vicepresidente Tony Di Piazza. Del resto Armandino era considerato quasi una mascotte dai calciatori che spesso da ragazzo lo vedevano a bordo campo prima delle partite. Un dolore che ha scosso nel profondo anche la comunità di Aiello dove tutti l’hanno ricordato come un ragazzo solare e molto serio.

Pubblicato su Il Piccolo