• Home
  •  > Notizie
  •  > Piedimonte piange Alfredo Spangher

Piedimonte piange Alfredo Spangher

Lutto nel mondo calcistico goriziano ed isontino, per la scomparsa a 79 anni di Alfredo Spangher. Nativo di Piedimonte, sin da giovane aveva coltivato la sua passione per il calcio, entrando nella...

Lutto nel mondo calcistico goriziano ed isontino, per la scomparsa a 79 anni di Alfredo Spangher.

Nativo di Piedimonte, sin da giovane aveva coltivato la sua passione per il calcio, entrando nella squadra dell’As Lucinico. Con la maglia neroazzurra, nel ruolo di attaccante, si era distinto per il suo impegno ed una volontà ferrea che lo hanno caratterizzato per tutta la durata della sua attività sui campi da gioco. In seguito Spangher è stato ingaggiato dalla compagine del Mossa, e anche in questa nuova esperienza ha avuto modo di mettere in mostra tutte le sue capacità. Nel frattempo la sua notorietàandava allargandosi, tanto da suscitare l’interesse di diverse realtà del calcio nazionale. Parliamo ad esempio del Cervia, della Sampdoria, dell’Ascoli e di molte altre. Spangher però rifiutò qualsiasi approccio, perchè non si voleva distaccare dalla famiglia e dal lavoro, che avevano profonde radici nell’Isontino. Il calcio in ogni caso continuò a far parte della sua vita, perché anche dopo aver appeso le scarpe bullonate al chiodo, ottenuto il patentino di allenatore, ha continuato la sua avventura allenando la formazione Under 20 - Berretti della Pro GOrizia, che allora militava nella serie C2 allenati da Alberto Reja. Sono state stagioni indimenticabili, animate da autentico agonismo e tante soddisfazioni. Altrettanto impegno e serietà Spangher le aveva dedicata alle diverse altre compagini calcistiche della provincia e della regione per le quali ha operato. Proficua, altresì, è stata la sua carriera professionale, prima come esperto tecnico allo storico stabilimento “Fiocco” del cotonificio di Piedimonte, e poi, per una quindicina di anni, come valido elettricista alla Casa del Lampadario di Codroipo.

Una vita, la sua, comunque tutta dedicata al mondo giovanile del calcio, che ora lo ricorda con tanto affetto e nostalgico rimpianto.

Alfredo Spangher lascia i figli Massimiliano, Bruno, Giuliano e Patrizia, oltre alla nipote Fiorella ed ai fratelli Marino ed Elisabetta. I funerali saranno celebrati domani alle 11 nella chiesa parrocchiale di Piedimonte.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Piccolo