• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Klavdij Palčič ultimo artista di frontiera

Addio a Klavdij Palčič ultimo artista di frontiera

trieste

Nel 2001 il Museo Revoltella l’aveva omaggiato con una grande mostra curata da Franco Vecchiet con i contributi critici di Zoran Kržišnik e Toni Toniato. Fino a marzo di quest’anno è stato possibile vedere la personale che il Kulturni dom di Gorizia gli ha dedicato per i suoi ottant’anni. Pittore, incisore, illustratore, scenografo e costumista, Klavdij Palčič è scomparso lunedì sera, a 81 anni. Nato a Trieste il 5 agosto 1940, terminato il liceo scientifico dove aveva avuto come docente di disegno Avgust Černigoj, aveva conseguito un secondo diploma al Liceo artistico di Venezia, per poi iniziare ad insegnare disegno e storia dell’arte nelle scuole medie di Trieste e di Gorizia. Insieme a Lilian Caraian, Miela Reina, Enzo Cogno, Nino Perizi, Bruno Chersicla nei primi anni Sessanta costituì il gruppo “Raccordosei”, nell’ambito del centro di “Arte Viva”, partecipando alle esposizioni, alle ricerche e alle sperimentazioni dell’arte triestina d’avanguardia. Partendo da esperienze legate all’informale e al polimaterismo, era giunto a un linguaggio personale, originale, capace di fondere l’astratto e il figurativo, il realismo con il fantastico, la tradizione con l’avanguardia. Nelle sue opere si trovano rimandi alla tradizione classica e alla cultura nordica, tradotti con un disegno raffinato e colori potentemente espressivi, dove si riflette la sua anima di artista di frontiera. —

Pubblicato su Il Piccolo